Le specificità del modello Smart Port

applicato all’Autorità Portuale della Sicilia Occidentale
A febbraio 2021 è stata firmata la concessione tra l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale e il raggruppamento di imprese composto da Free Energy Saving, Free Energia e Luxmaster, che dà il via al Project Financing, basato sul modello Smart Port, che realizza concretamente la visione innovativa di rendere contemporaneamente smart ed energeticamente efficienti ed autosufficienti i porti di Palermo, Trapani, Termini Imerese e Porto Empedocle, attraverso soluzioni e sistemi che ridurranno sensibilmente le emissioni di CO2 dei quattro porti.
In particolare è programmata la realizzazione e la gestione di un insieme integrato di interventi innovativi, ricadenti tra gli interventi del modello Smart Port, gestiti attraverso un’unica piattaforma digitale.
Gli interventi includono: le nuove infrastrutture IoT (quali control room, data center, sicurezza ICT, videosorveglianza, sistemi di wayfinding); la riqualificazione energetica delle strutture e delle infrastrutture; il rifacimento e l’ampliamento dell’illuminazione in chiave efficiente e smart; l’autoproduzione di energia da fonte fotovoltaica e da cogenerazione; l’installazione di un sistema per la ricarica dei veicoli elettrici.
Da queste applicazioni deriveranno all’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale una serie di importanti vantaggi:
Nuovi ed innovativi servizi per gli utenti dei porti.
La disponibilità di strumenti all’avanguardia in termini di infrastruttura digitale e sicurezza.
La disponibilità di energia da fonti rinnovabili e da cogenerazione e, quindi, ambientalmente sostenibile, a prezzi più competitivi rispetto ai prelievi dalla rete nazionale, con il conseguente aumento della competitività dei quattro porti anche nei servizi agli utenti.
La riduzione sensibile della Carbon Footprint dei quattro porti rispetto alla situazione esistente.

I dettagli del progetto per l’Autorità Portuale della Sicilia Occidentale

Ispirato a innovazione e sostenibilità ambientale, in sintonia con le strategie di sviluppo del nostro Gruppo, il progetto prevede, per i quattro porti, la realizzazione e la gestione di interventi suddivisi in 3 macrocategorie:

Infrastrutture Smart

Gli interventi volti a favorire lo sviluppo in chiave smart sono i seguenti:

Sistema di Videosorveglianza

Datacenter, sicurezza ICT e Cloud

Piattaforma di WayFinding e digital Signage

Impianti di autoproduzione di energia

Gli interventi proposti andranno a sfruttare quanto più possibile le fonti di energia rinnovabile e tecnologie ad alta efficienza. In particolare sono previsti:

Impianti di produzione di energia da fotovoltaico

Impianti di trigenerazione per la produzione di energia elettrica e di vettori termici

Uso razionale delle risorse e servizi agli utenti

Un uso non razionale dell’energia potrebbe vanificare gli effetti benefici degli interventi descritti, per questo motivo a completamento del progetto sono stati previsti i seguenti interventi:

Illuminazione pubblica in chiave smart city

E-mobility

La Piattaforma di Gestione Integrata

La Piattaforma di Gestione Integrata rappresenta una suite per il monitoraggio e la gestione di impianti complessi, nonché per l’integrazione di diversi sistemi raccogliendo tutte le informazioni provenienti dagli impianti, rendendoli consultabili da un’unica interfaccia.
Rappresenta quindi lo strumento unico e centralizzato per la gestione e il governo di tutti i sistemi di seguito descritti:
Impianto di videosorveglianza
Infrastruttura Datacenter
Piattaforma di wayfinding e digital signage
Impianto di trigenerazione
Impianto colonnine di ricarica
Impianto di illuminazione portuale
Impianto fotovoltaico
Questo progetto innovativo di efficienza energetica e di sviluppo in chiave smart potrà essere adattato a tutti i più importanti porti d’Italia, attraverso le iniziative imprenditoriali si potrà così continuare a contribuire al processo virtuoso della transizione energetica che rappresenta anche una nuova e sostenibile opportunità di sviluppo per il Paese.

La formula del Project Financing

Per la presentazione alle Autorità Portuali del modello Smart Port è stato scelto l’approccio dell’istituto giuridico del Project Financing ad iniziativa privata, come sancito nel D.Lgs. 50/2016; tale approccio offre notevoli benefici per la PA in quanto non impegna la spesa corrente e non intacca le risorse e le disponibilità finanziarie, consentendo il pieno rispetto delle vigenti leggi in materia di finanza pubblica. Le PA hanno così la possibilità di porre in atto iniziative di Partenariato Pubblico Privato (PPP), individuando nelle proposte ricevute da parte di soggetti privati che hanno interesse ad investire, le soluzioni tecniche e gestionali più consone ed in linea con le proprie strategie.
La Proposta, formulata come concessione di lavori e servizi, include i seguenti documenti:

Progetto e fattibilità tecnica ed economica

Bozza di convenzione

Piano economico finanziario asseverato ai sensi di legge

Specificazione delle caratteristiche del servizio

Autodichiarazioni relative al possesso dei requisiti richiesti

Impegno a prestare una cauzione in base alle normative previste

Le fasi del Project Financing

Scarica la brochure

Per maggiori informazioni contattaci

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
© Copyright 2021 Free Energia, Via della Conciliazione 44 00193 - ROMA
contenuto

Contattaci

Sono interessato a: Il modello “Smart Port” applicato ai porti della Sicilia Occidentale
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
Scrivi
Chiamaci