Avrai sentito parlare spesso di fonti energetiche rinnovabili, ma sai quali sono? Qui potrai trovare una lista e le dovute spiegazioni, così da fugare ogni tuo dubbio e comprendere sia la loro utilità che la loro importanza per lo sviluppo sostenibile

Fonti energetiche rinnovabili: definizione e vantaggi

Quando parliamo di fonti energetiche rinnovabili parliamo di fonti derivanti da risorse naturali inesauribili. Le principali sono: 

  • sole;
  • vento;
  • calore del sottosuolo;
  • acqua;
  • biomasse

La loro inesauribilità dipende dal fatto che, per caratteristiche naturali o per effetto della coltivazione dell'uomo, si rinnovano nel tempo. Quelle che si rinnovano in misura uguale o addirittura maggiore rispetto al tasso di utilizzo vengono definite anche sostenibili.

L'importanza del sole

Nonostante ci sia una netta distinzione nella modalità di produzione dell'energia, di fatto tutte le fonte energetiche rinnovabili (ma anche quelle non rinnovabili) dipendono dal sole. Infatti senza la nostra stella:

  • non ci sarebbe il vento;
  • non si innescherebbe il ciclo dell'acqua;
  • le piante non potrebbero fare la fotosintesi clorofilliana, quindi sarebbe impossibile produrre biomasse. 

In ogni caso comunque ogni fonte presenta numerosi vantaggi, primo su tutti l'assenza di emissioni inquinanti durante il loro utilizzo, riducendo al minimo il loro impatto ambientale. 

Un investimento per il futuro

Per i motivi appena elencati potremmo dire che lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabili è un investimento per il futuro. L'utilizzo intensivo e i lunghissimi tempi di formazione delle fonti di energia non rinnovabili (come ad esempio i combustibili fossili) ne comporteranno l'esaurimento nel giro di poche generazioni. Inoltre la loro produzione, il loro trasporto ed il loro utilizzo hanno causato e stanno causando ancora danni ambientali le cui conseguenze saranno difficili da sanare. 

Altro punto a favore delle fonti di energia rinnovabili è la loro disponibilità praticamente su tutto il pianeta e per questo il loro utilizzo per produrre energia è in forte crescita. Un aspetto di vitale importanza, soprattutto se si pensa alle aree in via di sviluppo che finora non potevano contare su una propria indipendenza energetica. 

Quali energie generano? 

Sapere quali sono le fonti energetiche rinnovabili può essere utile per conoscere le relative energie correlate prodotte. Quindi anche per impegnarsi di conseguenza, nella scelta di un fornitore che garantisca una produzione più consapevole - come Free Energia - o nell'applicare alcune migliorie sulla propria casa per ambire ad un'indipendenza energetica come quella che puoi ottenere sfruttando il Superbonus per il fotovoltaico.

Il sole genera energia solare

Il sole, o meglio l'irraggiamento solare, produce energia solare, che viene principalmente trasformata in energia elettrica o in energia termica. Per questa "conversione" si utilizzano gli impianti fotovoltaici o gli impianti solari termici. I primi sono collegati alla rete elettrica di una privata abitazione e/o a quella di distribuzione generale. I secondi invece ad un serbatoio che riscalda l'acqua. 

Il vento genera energia eolica

La forza del vento genera energia eolica. L'energia eolica può essere intercettata attraverso il movimento delle pale eoliche, che, quindi, trasformano un'energia meccanica in energia elettrica. Solitamente le pale eoliche vengono installate in ampie zone esposte ad un vento costante, più o meno forte, e sono connesse alla rete generale di distribuzione. 

Il calore del sottosuolo genera energia geotermica

Grazie al naturale calore del sottosuolo prodotto negli strati più profondi della crosta terrestre possiamo avere l'energia geotermica. Nelle apposite centrali geotermiche il flusso di calore viene recuperato per produrre vapore acqueo che viene alimentato da una turbina. Il movimento di quest'ultima, quindi la sua energia meccanica, è ciò che poi viene trasformato in energia elettrica. 

L'acqua genera energia idroelettrica

I moti dell'acqua - onde, maree, cascate, fiumi ed altri percorsi naturali - sono sfruttati per la produzione di energia idroelettrica. Il loro naturale muoversi, quindi la loro energia cinetica, è trasformata in energia elettrica grazie alle turbine idrauliche. Questa trasformazione avviene nelle centrali idroelettriche (che tendenzialmente si trovano laddove le condizioni geografiche rendono più vantaggioso sfruttare il movimento dell'acqua) che poi immettono l'energia nella rete di distribuzione. 

Le biomasse generano l'energia da biomassa

Il discorso per quanto riguarda le biomasse è leggermente diverso rispetto ai precedenti. Legna, pellet ed altre sostanze naturali rientrano in questa categoria. Nel caso del riscaldamento delle abitazioni private, a differenza delle altre fonti rinnovabili elencate finora, una combustione massiccia di questi materiali produce gas e particelle dannose per ambiente e persone.

Su scala più ampia possono essere  utilizzati rifiuti industriali, agricoli ed urbani per produrre energia. In questo caso, seppur la quantità di inquinanti è comunque maggiore rispetto a quella delle energie solare, eolica, geotermica ed idroelettrica, l'uso di scarti prodotti dall'uomo rende sicuramente più sostenibile l'energia da biomasse rispetto a qualsiasi altra da combustibili fossili. 

Ultime uscite

News

Partnership e soluzioni per l’efficienza diffusa

Insieme alle aziende installatrici di pannelli fotovoltaici per uno sviluppo sostenibile

16.02.2021
News

Firmata la concessione per lo sviluppo in chiave Smart Port dei porti della Sicilia Occidentale

Il Gruppo Free e Luxmaster insieme per il progetto “Smart Port” per i porti della Sicilia Occidentale: un partenariato per una crescita sostenibile.

16.02.2021
superbonus 110 riqualificazione energetica
News

Utilizzare al meglio l’energia e ottenere il Superbonus 110%

C’è un modo per sfruttare al meglio l’energia ed ottenere il Superbonus 110%? La risposta è sì: scopri in questa news come fare!

29.01.2021
© Copyright 2021 Free Energia, Via della Conciliazione 44 00193 - ROMA
contenuto